L'amore ai tempi delle sitcom

Guardo sitcom da sempre. Assiemeai libri, sono state le principali fonti da cui ho cercato di imaprare a gestire le mie relazioni di amicizia. E uelle (poche) sentimentali che ho avuto. Non seguire i loro insegnamenti e fare cio' che mi diceva la mia testa mi ha portato a troncare una relazione. Non so se quel che c'era con quella persona, ad oggi, sarebbe qualcosa di diverso. La mia testa mi dice di no, che se non ha accettato la mia sincerita' allora, non avrebbe accettato tutte le mie stranezze oggi, e la relazione sarebbe morta, con ancora piu' ferite per quanto mi riguarda. Come se una persona dovesse svelarsi a poco a poco per essere sicura di essere amata da un'altra. Che se ti metti a nudo subito, puo' esserci solo passione, ma la passione in poco tempo svanisce. E non resta nient'altro che due estranei che si sono amati per qualche ora. Io invece avevo, e ho ancora l'aspirazione, a un amore che sconfigga le barriere spazio temporali, le culture diverse, le incomprensioni causate da un mezzo linguistico altro utilizzato per comunicare. L'amore, pero', e' tutto e il contrario di tutto. l'AMORE e' irrazionale. L'AMORE ha un suo spazio e un suo tempo. L'AMORE ha una sua musica. L'AMORE HA POCO, L'AMORE E' TANTO.

L'AMORE E' UN PROGETTO DI VITA IN COMUNE. L'AMORE E' ADEMPIERE A UNA ROUTINE BEN SCANDITA DI LAVATRICI, SPESA, PULIZIE, RISATE E COCCOLE. LITIGI, ANCHE. L'AMORE E' RESTARE ACCANTO, NON ANDARSENE VIA E CANCELLARE OGNI TRACCIA. L'amore NON eri tu.

E allora perche' continui a tornarmi in sogno?

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag