ASSIPATTLE PARTE 2

Quando lo stregone rispose alla convocazione e apparve in mezzo al consiglio, egli non piacque a nessuno a partire dal suo aspetto fisico. THEY LIKED HIM NONE THE BETTER FOR HIS LOOKS.
Era molto alto e magro, con un alunga barba fino al ginocchio e aveva sul volto lo stesso colorito della malta, come se avesse sempre vissuto al buio e fosse terrorizzato dall’esposizione alla luce solare. Tuttavia era l’unico uomo al mondo a cui chiedere aiuto, cosi lasciarono il caso nelle sue mani chiedendogli come risolvere la situazione. Lo stregone rispose freddamente che ci avrebbe pensato e sarebbe tornado da loro il giorno seguente con la soluzione.
La soluzione dello stregone, quando venne esposta il giorno dopo, fu tale che fece diventare bianchi i capelli dell’intero consiglio.
Lo stregone disse che l’unico modo per soddisfare il mostro era sfamarlo ogni sabato con sette giovani e innocenti fanciulle, per 21 giorni. Se, al terzo sabato, cio’ non avrebbe indotto il mostro a lasciare il regno, aveva un’altra soluzione, ma era ancora piu’ terribile di questa. Quel sabato sette giovani ragazze furono legate mani e piedi BOUND HAND AND FOOT e abbandonate su una roccia in mezzo al mare. Il mostro si distese e con la sua lunga e frastagliata lingua se le spazzolo’ mentre tutto il resto dele persone guardavano la scena dalla cima di una collina. “Non esiste altro rimedio.” Urlo’ una donna. “Per salvare la terra?”
Gli uomini emisero un lament e scossero la testa. “Nessun’altra soluzione.” Improvvisamente la voce di un ragazzo indignato si alzo’ tra la folla. “Non c’’ nessuno che voglia combattere contro il mostro e ucciderlo per salvare le ragazze. Lo faro’ io. Non ho paura di Mester Stoorworm.”
A parlare fu proprio lui, Assipattle, e tutti lo guardarono con meraviglia, innalzarsi sul grande serpent, e agitare le dita con veemenza, con gli occhi blu che brillavano di pieta’ e indignazione. “Il bambinello e’ matto. La visione di quelle fanciulle ingiustamente punite gli avra’ dato alla testa.” Si sussurrarrono tra loro gli abitanti del regno. Tutta la comunita’ lo stava accerchiando per vezzeggiarlo e confortarlo, ma il fratello maggiore lo raggiunse e gli diede un sonoro ceffone CLOUT sul volto.
“Tu, combattere Stoorworm!” urlo’ con disprezzo. “Non e’ assolutamente plausibile! Torna a casa, nel tuo buco di cenere e smettile di dire certe corbellerie!” E prendendolo per il braccio, lo porto’ via. Passarono altre due settimane e ogni sabato sette fanciulle venivano sacrificate allo STOORWORM. Il mostro stava ancora indugiando sulla spiaggia senza mostrare alcuna intenzione di sloggiare. Cosi gli anziani si radunarono nuovamente ancora una volta e, dopo un’estenuante consultazione, richiamarono lo stregone per chiedergli l’altro rimedio. “Per la nostra onesta’” FOR, BY OUR TROTH dissero “non puo’ essere peggiore di quello che stiamo facendo alle ragazze del regno.” In effetti il nuovo metodo per allontanare MESTER STOORWORM era anche piu’ terribile. Bisogna a questo punto informare il lettore che la crudele regina odiava la figliastra GEMDELOVELY, e che lo stregone lo sapeva molto bene. Questi, fingendo di essere addolorato , disse che non vi era altra soluzione che consegnare al terribile mostro STOORWORM la principessa GEMDELOVELY, e questi si sarebbe finalmente dileguato. Quando disse cio’, cadde un silenzio raggelante nella commisssione e nessuno riusci a guardare il vecchio re. Sebbene GEMDELOVELY fosse la figlia prediletta, il monarca era famoso in tutto il regno per essere giusto e virtuoso, cosi convoco’ la figlia e, dopo un straziante colloquio personale tra padre e figlia, arrivarono alla decisione di sacrificare la vita della Principessa per il bene dell’amato regno. In mezzo a sospiri e singhiozzi, il capo del consiglio pronuncio’ il tragico destino DOOM della principessa. Improvvisamente, uno dei cavalieri del re si fece avanti. “La natura ci insegna che ogni bestia ha una coda.” Disse “e il tragico destino che e’ stato appena pronunciato e’ un velenoso animale. Cosi, se posso esprimere la mia opinione, la coda della bestia dovrebbe essere che se questi non volesse sloggiare dopo aver divorato la principessa, allora dovremmo darle in past oil tenebroso, smilzo stregone.” A queste parole ci fu un grido unanime di approvazione che il malefic stregone sembro’ sul punto di ritirarsi su se stesso, e il suo volto smunto e pallid divenne ancora piu’ grigio.
La data del sacrificio della principessa e del re fu stabilita in modo tale da dare altri 21 giorni di tempo da trascorrere insieme.In queste settimane gli ambasciatori del re andarono in lungo e in largo OVER THE LENGTH AND BREADTH, comunicando che chiunque fosse riuscito a sconfiggere MESTER STOORWORM per sempre, risparmiando la vita della principessa GEMDELOVELY, non solo l’avrebbe avuta in sposa, ma avrebbe avuto anche il titolo di sovrano del regno e la spade SICKERSNAPPER. Tuttavia, il destino che sarebbe toccata alla principessa rattristava tutti, anche il contadino e sua moglie. Tutti tranne ASSIPATTLE che, seduto sulla cenere, non disse nulla.
Nel frattempo, si era creato un vivido ferment tra i giovani galantuomini perche’ tutto sommato non sembrava un’impresa cosi ardua uccidere un mostro marino. Oltretutto una bellissima moglie, un regno rigoglioso da governare e una spade affidabile non si vincono tutti i giorni. Cosi 36 SIX-AND-THIRTY giovanotti arrivarono al palazzo del re, ognuno di loro con la speranza nel cuore di vincere l’agognato premio. Ma quando il re li mando’ a vedere con i loro occhi il gigantesco STOORWORM adagiato nel mare con la sua enorme bocca aperta, dodici di loro furono presi da una fulminea influenza, e altri dodici fuggirono cosi velocemente che si fermarono solo quando furono certi di essere al sicuro nei loro rispettivi paesi d’origine. Cosi solo dodici di loro ritornarono al palazzo del re, ma erano cosi abbattuti che non avevano piu’ la grinta di prima, e le tre settimane trascorsero senza che nessuno avesse il coraggio di partire volontario per andare a uccidere il temibile MESTER STOORWORM. La notte precedente il giorno del sacrificio della principessa GEMDELOVELY, il re si reco’ nella grande sala del castello e si apri il torace dove custodiva tutto cio’ che gli era di veramente caro. Il vecchio monarca sbottono’ i catenacci di ferro con le dita tremanti, sollevo’ la fodera, e tiro’ fuori la soprendente spade SICKERSNAPPER. Il suo cavalere fidato, che resto’ al suo fianco durante tutte le battaglie di gioventu’, lo guardo’ con occhi compassionevolie disse: “Perche’ alzi la spade quando i tuoi giorni da combattente sono giunti al termine? E’ tempo di lasciare spazio a cavalieri piu’ giovani.” Il vecchio re si giro’ verso di liui colmo d’ira e lo apostrofo’ cosi: “Tu davvero pensi che io possa vedere la mia unica figlia venir divorata da un terribile mostro senza alzare un ditto per provare a salvarle la vita, solo perche’ non esiste alcun giovane in grado di correre il rischio di perdere la sua vita per salvare quella della mia amata figliola?! Lo dico qui e mai lo rinneghero’ – e nello stesso momento tenne due dita incrociate sulla spade SICKERSNAPPER – io e la mia spade dovremmo venir distrutti completamente prima che sia toccata un solo capello a GEMDELOVELY.
In tutto questo, alla fattoria, tutti si procurarono di andare a letto presto per essere pronti a svegliarsi di buon mattino il giorno dopo per andare ad assistere al crudele destino della principessa GEMDELOVELY. Tutti ad eccezione di ASSIPATTLE, che invece sarebbe rimasto a casa con il compito di radunare le oche. Il giovane era cosi vessato dalle incombenze domestiche che fatico’ a prendere sonno. Durante il dormiveglia, riusci pero’ a origliare la discussione dei genitori.
“La strada e’ lunga, fino alla collina che da’ sul mare, ho paura di non riuscire a camminare” disse la madre. “Penso sia meglio attendere a casa” “no” disse il marito “tutti gli abitanti del villaggio assisteranno all’evento; cavalcherai dietro di me sulla buona giumenta GO-SWIFT” “Non voglio crearti problemi” ribatte’ la donna “da un po’ di tempo mi sembra che tu non mi ami piu’ come un tempo”. “Che cosa te lo fa pensare?”
“Perche’ non ti confidi piu’ con me. Per cominciare, parliamo di GO-SWIFT. Per cinque lunghi anni ti ho dovuto supplicaredi dirmi come mai, quando sei tu a cavalcarla, lei vola piu’ veloce del vento, ma quando viene cavalcata da qualcun altro cammina come un malconcio brontolone.”
Il padre di Assipattle scoppio’ in una fragorosa risata. “Dal momento che il mio silenzio ti ha ferito, te lo diro’. Quando voglio che GO-SWIFT si alzi, mi procure di darle un colpo sulla spalla sinitra. Quando voglio che vada come qualsiasi altro cavallo, mi procuro di darle due colpi sulla spalla destra. Ma quando ho necessita’ che sfrecci piu’ veloce del vento, allora fischio attraverso la trachea di un’oca, che tengo sempre nella tasca sinistra del mio cappotto.”
“Cosi tu hai addestrato questo animale”, disse soddisfatta la moglie, “E cosi abbiamo capito che fine hanno fatto le trachee delle mie oche!”
A questo punto del racconto, Assipattle era seduto al buio, le guance rosse e una luce vibrante nello sguardo.
Alla fine, la sua opportunita’ di riscatto era finalmente giunta. Aspetto’ pazientemente che i suoi genitori si addormentassero profondamente per strisciare verso il posto dove il padre teneva il suo cappotto. Prese la trachea dell’oca e usci di casa, imbroglio GO-SWIFT e getto’ una fascia attorno al suo collo, guidandola verso l’uscita. PRANCED REARED PLUNGED
La giumenca saltello’, indietreggio’ e si tuffo’ a terra, ma Assipattle, conoscendo il segreto del padre, colpi due volte sulla spalla destra la cavalla e questa trotto’ rapidamente , nitrendo vigorosamente. Il nitrito della cavalla sveglio’ tutti gli abitanti della casa, e il padre di Assipattle con i fratelli ruzzolarono giu’ per le scale in legno, accorgendosi troppo tardi del rapimento di GO-SWIFT. Il contadino fu il primo a raggiungere la porta e quando vide la forma del suo detriero in lontananza illuminato dalla fioca luce delle stele, urlo’ con quanta voce aveva in gola: “Fermati, ladro! GO-SWIFT, WHOA!”
Quando GO-SWIFT seniti la voce del padrone, tiro’ su lo sguardo per un attimo. Assipattle sembrava sul punto di perdere, perche’ il apdre e i suoi fratelli lo stavano quasi per raggiungere, quando tiro’ fuori la trachea dell’oca e fischio’ dentro. GO-SWIFT corse piu’ veloce del vento e del padre e dei fratelli non si vide presto neppure l’ombra.
Il giorno del sacrificio della principessa stava iniziando quando il ragazzo arrivo’ a vedere il mare, e il mostro spiaggiato li’ davanti. Assipattle non aveva neanche un briciolo di timore, dentro i suoi abiti batteva il cuore di un valoroso guerriero. “Devo stare attento e lasciarmi guidare dal mio buon senso piuttosto che dalla mia forza.” Osservando il mostro con attenzione, noto’ che spesso e volentieri il mostro sbadigliava, come se pregustasse il suo pasto settimanale. Dopo ogni sbadiglio, una grande inondazione di acqua marina veniva giu’ dalla sua gola e usciva fuori attraverso le branchie. GILL
Cosi Assipattle scese da GO-SWIFT e lego’ la puledra saldamente a un albero. Cammino’ lungo la costa fino a quando non incontro’ una piccolo casetta al margine del bosco. La porta non era bloccata, cosi entro’ e si trovo’ davanti una donna anziana, addormentata nel suo letto. Fcendo attenzione a non disturbarla, prese una pentola di ferro dalla credenza e la esamino’ con attenzione. “Quests Questa mi tornera’ utile e sicuramente la signora nonprovera’ rancore se sapesse che ha tratto in salvo la principessa.”
GRODGE
Dopodiche’ tiro’ sun mattone scintillante di torba PEAT dal fuoco che bruciava lentamente, lo mise nella pentola di ferro , e se ne ando’ via. Sulla riva trovo’ la barca del re, controllata da un solo barcaiolo, con le vele e la prua girate verso MESTER STOORWORM. “E’ una fredda mattina”, disse Assipattle. “Non state quasi per congelare seduto li? Venite di corsa sulla spiaggiacosi da riscaldarvi, mi mettero’ io sulla barca al posto vostro fino al vostro ritorno.” “Storia poco plausibile”, replico’ l’uomo. “Cosa direbbe il re se arrivasse e mi trovasse a bamblinare in spiaggia, deducendo che io abbia lasciata la preziosa barca a una persona insignificante SMATCHET come te?Mi taglierebbe sicuramente la testa. “ “Come preferisci.” Assipattle rispose, serafico. Il ragazzo inizio’ a cercare qualcosa tra e pietre. “Nel frattempo, io mi cerco delle belle cozz da arrostire per colazione, ho una fame!” Raccolse alcune cozze, e poi inizio’ a preparare un buco nella sabbia per mettere la torba. Il barcaiolo lo guardo’ incuriosito, dato che stava iniziando ad aver fame. Immediatamente il ragazzo emise un urlo selvaggio e fece un salto in aria. “Oro! Oro! Chi avrebbe mai pensato di trovarlo proprio qui?” Questo fu troppo per il barcaiolo. Dimenticandosi improvvisamente il suo ruolo e l’arrivo imminente del re, salto’ fuori dalla barca e, spingendo via Assipattle, inizio’ a scavare nella sabbia con tutte le sue forze. Mentre stava facendo cio’, Assipattle agguanto’ la sua pentola, salto’ sulla barca e la spinse via; l’uomo, vinto in astuzia, si accorse che la barca stava andando via solo a mezzo miglio di distanza. Se il barcaiolo era arrabbiato il re, al suo arrivo, ando’ su tutte le furie! Perche’ poteva solo assistere, inerme, alle gesta di un ragazzo che non si sapeva cosa volesse fare ancora. La barca di Assipattle si diresse in direzione della bocca di MESTER STOORWORM, nel momento esatto in cui stava emettendo uno sbadiglio!
La barca e Assipattle erano ormai dentro il corpo del mostro! Quando arrivo’ all’altezza del fegato, si ricordo’ che il fegato del pesce e’ sempre pieno d’olio, cosi lo buco’ e ci mise la torba. Povero me! WOE’S ME! C’era una conflagrazione! Assipattle torno’ quindi nella sua barca, giusto in tempo perche’ MESTER STOORWORM, in preda alla convulsioni, sputo’ via la barca e il giovane fu piantato in asso. HIGH AND DRY. La reazione del mare fu terribile. Il corpo del mostro divenne tortuoso e si attorciglio’ tutto, la sua lingua cadde e colpi la testa con tale forza che fece una grande ammaccatura: questa formo’ lo stretto che ora divide la Danimarca dalla Svezia e dalla Norvegia. Poi alcuni suoi denti caddero e rimasero nel mare, diventando quelle che oggi chiamiamo le Isole Orkney. Altri caddero e andarono a formare le isole Shetland. Dopo tutto cio’, la creatura si attorciglio’ definitivamente su se stessa in una immensa escrescenza e finalmente mori, andando a formare l’Islanda. Per questo motivo le montagne di questo paee buttano fuori fuoco, tutto derivo’ dal fuoco che appicco’ Assipattle all’interno del corpo di MESTER STOORWORM. Quando fu evidente che MESTER STOORWORM fu definitivamente sconfitto, il re non riusciva a trattenere la gioia, gli butto’ le braccia al collo, lo chiamo’ figlio mio, e poi gli mise la mano della sua adorata figlia nella sua e proclamo’ che, non appena fosse stato possibile, si sarebbero celebrate le nozze e avrebbero cominciato a governare il regno. Assipattle e Gemdelovely cavalcarono insieme verso il castello. Quando erano quasi giunti a destinazione, una dama venne loro incontro e bisbiglio’ qualcosa di terribile all’orecchio della principessa. Immediatamente Gemdelovely cambio’ espressione e torno’ piu’ veloce del vento dal re suo padre, bisbiglio’ cio’ che la sua dama gli aveva riferito e insieme, con il re visibilmente adirato, ritornarono al castello. Cos’era successo? La crudele regina, pensando di essersi sbarazzata definitivamente della figliastra Gemdelovely, aveva fatto all’amore con lo stregone tutta la mattina in cui il re era stato assente, e poi erano fuggiti insieme su per il bosco. Non c’erano grosse speranze che qualcuno li trovasse, ma Assipat

tle si propose di farlo. Con GO-SWIFT e la trachea dell’oca sarebbe stato un gioco da ragazzi!

E cosi fu. Lo stregone all’inizio rise fragorosamente nel vedere il ragazzetto che pensava di vincerlo, ma non sapeva che il re aveva dato ad Assipattle la spada SICKERSNAPPER, con cui lo fece cadere da cavallo e lo uccise.
La crudele sovrana fu condotta al castello e fu dato ordine di rinchiuderla per sempre nella torre, condannata a non aver alcun contatto con esseri umani fino alla fine dei suoi giorni.
Quando Assipattle e Gemdelovely furono abbastanza maturi per farlo, organizzarono il loro matrimonio, che fu una festa grandiose in tutto il regno e, alla morte del re, governarono insieme un giorno dopo l’altro. FOR MANY A LONG YEAR.
Post in evidenza
Post recenti
Archivio