MAMUTHONES - MASCHERE DEL CARNEVALE SARDO -



Mamuthones e Issohadores, Mamoiada. Chi non ha mai visto Sos Mamuthones? Forse la maschera più conosciuta della Sardegna, li rituale a loro connesso ha origine a Mamoiada, dove ogni anno nel periodo carnevalesco si tiene una grande rappresentazione sacra del rito che li coinvolge. Quando arriva il momento infatti, le strade del paese iniziano a riempirsi di uomini adornati di pelli e campanacci, i loro visi nascosti da maschere che li rendono sovrumane figure danzanti. Sono due le figure principali del carnevale di Mamoiada: Sos Mamuthones e Sos Issohadores. I primi sono immediatamente riconoscibili: portano sul volto una maschera nera in legno di pero e il tipico fazzoletto femminile in capo. Sulle loro spalle il peso di una tradizione sacra esistente da secoli si concretizza con un manto di pelli di pecora nero e ben trenta chili di campanacci assicurati con un sistema di cinghie di cuoio. Gli Issohadores invece hanno fattezze più umane: li distingue una maschera bianca, la giubba rossa sopra una camicia di lino anch’essa bianca e una fascia di sonagli sul petto che faranno risuonare insieme o in alternanza a quelli dei mamuthones. Completa la loro figura una berritta da pastore sulla testa e la soha, una corda molto resistente da cui prendono il nome, impugnata in mano. Terminata la vestizione, il rituale può finalmente cominciare. Seguiti da otto Issohadores, dodici Mamuthones sfileranno per le strade facendo risuonare i propri campanacci in una coreografia di salti e scatti che conoscono a memoria, mentre le loro controparti, tra un risuonare e l’altro di sonagli, “intrappoleranno” con le loro funi una persona dal pubblico. Si pensa che questo rituale abbia origini dagli antichi riti dionisiaci per via delle figure dei Mamuthones. Questi infatti, impossessati dalla divinità e intrappolati in uno stato mostruoso e semi-divino, dovranno andare al sacrificio danzando in modo macabro per lasciare le proprie fattezze mortali e per fare questo dovranno essere guidati dagli Issohadores. Se dovessi finire vittima del lazo di un Issohadore comunque, sappi che per liberarti dalla loro fune dovrai offrire in cambio un bicchiere di vino o un bacio dai poteri magici!



Post in evidenza
Post recenti
Archivio