top of page
20210202_115608.jpg

Benvenuto nel blog della Scrivente Errante! 

Uno spazio dove conoscere una Mamma, AUTRICE degli ARTICOLI e delle RECENSIONI che troverete su questo blog, appartenente alla generazione dei Millennials di due bambine Cosmopolite, a cui spero di poter dare gli strumenti per realizzare i loro sogni ed essere FELICI! 

Saturday 25 November 2023



E' una fredda giornata qui in Scozia. E' tempo di bucato, pulizie, sistemare la casa e la mente per prepararsi a una nuova settimana con nuovi corsi al college, e un essay da iniziare a scrivere per il corso con l'Universita' di Glasgow e Women and Children's first sulle discriminazioni e sui pregiudizi. Le letture che sto facendo attualmente sono i due libri delle "Mamme di Merda@ Francesca e Sarah, che mamme di merda non sono affatto dato che analizzano la societa' e il loro compoertamento con le figlie in modo razionale, lucido, e autoironico (e l'auto ironia non guasta mai). Alla fine di questo 2023 devo dire che la solitudine mi ha pesato fino a un certo punto: se da una parte ha fatto male il comportamento di altre false amiche (ma quante ne avevo collezionate in trent'anni?), ne ho scoperte di nuove, ma soprattutto ho imparato che vivere in un paese con la possibilita' di scrivere, ma anche di leggere e informarsi praticamente su tutto lo scibile umano e' un'arma a doppio taglio: alcuni potranno farsi bastare due o tre concetti e venderli con profitto al mondo, mentre altre persone, e in questa categoria rientra ahime' la Scrivente Errante, neanche il tempo di finire un libro o una serie e sentira' la necessita' impellente di leggerne e studiarne un altro. Siccome in famiglia o tra amici le mie letture e osservazioni personali non sono condivisibili con nessuno (ormai anche le mie figlie hanno imparato a leggere e preferiscono leggere un altro genere di libri, di cui comunque penso di voler parlarne anche con adulti perche' sono molto interessanti!), un proposito per il 2024 e' quello di utilizzare questo blog, e tutti gli altri social, alla stregua di un diario di bordo professionale con cui aumentare la mia comprensione e la mia sicurezza quando argomento di qualsiasi cosa. Il rischio che i miei scritti e i miei prodotti audivisivi vengano ignorati come e' successo finora e' alto, ma vorrei contribuire comunque, nel mio piccolo. a dare un valore aggiunto a questi importantissimi social media. Quest'anno vi ho parlato del progetto di servizio volontario europeo e di cio' che ho portato a casa, oltre ala frustrazione ma mai alla rassegnazione per non essere riuscita a diventare un'europrogettista. Il prossimo anno saranno dieci anni dal famoso incontro con l'Agenzia Nazionale Giovani a Milano, in cui questa istituzione invito' tutti i volontari italiani che avevano fatto un'esperienza in Europa nel 2013. Nella loro email c'era scritto che l'allora ministro del lavoro ci avrebbe incontrato e avremmo potuto parlare insieme del futuro nostro e del programma. Il ministro del lavoro fu bloccato a Torino per incontrare gli allora operai della Fiat e quando uno di noi (sia ben chiaro, non la Scrivente Errante che al'epoca era insicura di tutto cio' che sapeva e pavida) fece notare che avevano mentito il presidente dell'Ang di allora si infervoro' perche' anche lui contava qualcosa nelle istituzioni. I risultati raccolti in quell'occasione e nelle indagini degli anni precedenti mostravano che in Italia chi partecipava ai programmi europei erano per lo piu' giovani che avevano conseguito una laurea, magari entusiasti di quello che avevano studiato e che non vedevano l'ora di mettere in pratica tutti i loro anni passati a studiare. Mi sento di dire, da adulta, che i progetti di servizio volontario europeo dovrebbero rivolgersi soprattutto ai giovanissimi che hanno entusiasmo, passioni ma non ancora una preparazione universitaria completata. E questo alla luce dei casi di cronaca sempre piu' frequenti che coinvolgono i ragazzi giovanissimi: il calo demografico non si combatte, a mio avviso, agevolando le maternita' di ventenni, perche' quando si diventa genitori si dovrebbero avere le spalle coperte e la capacita' di affrontare le difficolta' con le proprie gambe, rinunciando magari a una vita sessuale attiva perche' non si ha nessuno che ci guardi i figli, o lasciare andare la persona con cui si e' messo al mondo un figlio con un'altra, concentrandosi nuovamente su di se stesse e il pargolo. Un figlio e' una benedizione, sia chiaro, ma forse a vent'anni i nostri figli dovrebbero viaggiare, esplorare, mettersi in gioco in modo sicuro e pagato dall'Unione Europea. Un politico, di cui non faccio il nome perche' mi ha enormemente deluso (e alcuni mi direbbero che feci male, con le mie conoscenze, a crederci: nel lontano 2000 negli scout mi diedero il totem di Panda Sognante, sara' per questo che ci ho creduto), disse che la sua ambizione era quella di formare <<Gli Stati Uniti d'Europa>>. Per arrivare a questo ambizioso sogno, bisognerebbe dare agli Informagiovani di tutte le province italiane le competenze, le conoscenze e gli strumenti per informare e guidare i giovanissimi delle opportunita' europee. Anche quest'anno mi sono trovata a raccontare a dei giovani ventenni che se volevano lasciare l'Italia e andare all'estero la cosa piu' sicura sarebbe stata quella di candidarsi per uno dei progetti finanziati dall'Europa. Oggi 25 Novembre 2023, oltre a fare gli auguri a mia cufgina Giada Casula per i suoi 20 anni (piu' venti di esperienza!), manifesto il programma delle prossime settimane di questo blog e della mia vita! Il lunedi avro' il corso in digital culture for communication e Applicazione dei principi di Marketing per il settore turistico, il martedi avro' ancora Retail Travel Practice, e il mercoledi un bellissimo corso di guida turistica e rappresentante di resort e al pomeriggio influenze nell'industria turistica. Il venerdi ho gia' iniziato un corso con l'universita' di Glasgow per lavorare come community development. Mancano tre giorni per una GRANDISSIMA E MOLTO ATTESA NOVITA' che riguarda la Famiglia Cosmopolita!



Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page